L'editoriale del direttore Elio Pariota: Tragica sciarada

Sette anni di approfondimenti, fiumi di parole racchiuse in 12 volumi per scoprire ciò che era largamente immaginabile. E cioè che l’aggressione all’Iraq nel 2003 (seconda guerra del Golfo dopo quella del 1991 tesa a rimuovere Saddam Hussein) fu costruita su falsi pretesti. Il verdetto della commissione d’inchiesta britannica – scevra da poteri giudiziari – suona come una pubblica condanna politica e morale sull’operato del duo Tony Blair/George Bush Jr. in ordine alla gestione della questione mediorientale. Il conflitto provocò oltre 4000 vittime americane, 200 inglesi, 140.000 irachene; ha lasciato un Paese allo sbando e una regione diventata terreno di cruente rese dei conti tra sunniti e sciiti, nonché di scorribande riconducibili ad Al Qaeda prima e all’Isis poi. E le armi per la distruzione di massa possedute dall’Iraq e i suoi legami con il terrorismo internazionale? Nulla di ciò fu trovato e provato. Una drammatica menzogna. Una messinscena per giustificare l’inevitabilità dell’attacco. Una tragica sciarada che ha finito per riaccendere il terrorismo internazionale e rendere inquiete le nostre vite.

Commenti

  • Foto di Concas Federico

    Concas Federico dice:

    caro Elio :) Gli Stati Uniti ogni 10 anni devono scatenare un conflitto fanno questo a partire da Pearl Harbour... Anzi dall affondamento del Lusitania ... Sapevano bene tutto e prima ! Rothschild banca ha finanziato tutte le guerre ambo le parti Krupp ha venduto a tutti i suoi cannoni ! Non ultimo l Isis altra cosa pianificata armati di tutto punto con mezzi Toyota nuovi Hummer fucili d assalto americani e russi munizioni rigorosamente Giulio Fiocchi Lecco ! Orgoglio italiano ! Per capire queste dinamiche basta andare ad una fiera degli armamenti a Parigi a Londra negli Emirati .tutti fanno affari d oro basta avere un pretesto vero o falso che sia perchè "Finche c'è guerra c'è speranza !....anzi sicurezza di far businesss"

    09 Jul 2016 15:51
  • Foto di alessandro bianchi

    alessandro bianchi dice:

    Complimenti caro Direttore, la tua "tragica sciarada" è un commento secco e incisivo sula peggiore malefatta messa in atto da una inqualificabile coppia: il peggior presidente della storia degli USA (l'ho detto in una intervista al Corsera nel maggio 2016) e un bugiardo finto socialista, inspiegabilmente osannato dalla sinistra nostrana. Ormai nulla è più rimediabile, ma è bene ricordare che se il mondo mediterraneo e mediorientale si trova oggi nella situazione drammatica che conosciamo, il merito va in larga misura alla politica praticata da questa inqualificabile coppia di governanti. Alessandro Bianchi

    11 Jul 2016 15:26
  • Foto di Antonio Derinaldis

    Antonio Derinaldis dice:

    Non nascondo l'amarezza. Condivido pienamente l'editoriale del Direttore Pariota ma condivido anche il pensiero di Alessandro Bianchi. In una certa fase pensavo che Tony Blair fosse un "laburista riformista" ma "all'apparir del vero, tu misera cadesti" . La gestione blairiana fu di leopardiana memoria: un sabato del villaggio dove i villaggi non esistono più e le nostre vite più inquiete.

    11 Jul 2016 16:41

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *