L'editoriale del Direttore Elio Pariota: "Paradosso Brexit"

Neppure il tempo di riprendersi dalle fatiche di una estenuante negoziazione con l’Unione Europea in chiave Brexit, che la premier inglese Theresa May si trova ad affrontare un’ulteriore grana: la ristampa dei passaporti blu navy a beneficio dei cittadini del Regno, in sostituzione di quelli marroni del Vecchio Continente.

Tutto normale in apparenza. Se non fosse che la gara d’appalto da 490 milioni di sterline sia stata vinta dalla franco-olandese Gemalto. Apriti cielo! Proteste a go-go tra le frange conservatrici più agguerrite animate da un’autentica avversione nei confronti del modello gestionale europeo.

Dalle parole ai fatti: la britannica De La Rue ha fatto ricorso contro la Gemalto che avrebbe presentato un’offerta eccessivamente bassa a fronte della propria, “più cara, ma di miglior qualità e più sicura tecnicamente".

L’imbarazzo di Theresa si taglia a fette. La gara d’appalto non poteva essere evitata perché la Gran Bretagna a tutt’oggi fa ancora parte dell’Europa. Ma il paradosso è intollerabile per i sostenitori della ritrovata indipendenza.

Far stampare il passaporto all’avversario equivale un po’ a chiedergli il permesso di uscita. Fa sorridere, ma è così.

Commenti

  • Foto di carmine piscopo

    carmine piscopo dice:

    Caro Direttore, per i governanti degli affari del mondo arriva puntuale la “zampa della storia” con le sue dure ed implacabili repliche. Spesso la cecità del potere – che è l’immane, terribile Drago che tutto divora inesorabilmente – intercetta l’inusitato, imprevisto, puntuale “incidente del futuro”. Solo pochi – i felici – intravedono il drago e lo rifiutano; i molti, i sottomessi, lo accettano inconsaputamente e sono destinati ad essere infelici. Ma, tant’è, l’appello dei savi, soprattutto in politica, rimane sterile ed inascoltato. Urge una saggia Paideia, invocata per tutti, ahi me, sempre disattesa!

    07 Apr 2018 00:13
  • Foto di Rosetta

    Rosetta dice:

    Sempre Amsterdam a far da padrone in Gran Bretagna e anche nell' Unione Europea! Dapprima il trasferimento dell' EMA da Londra, in seguito alla Brexit, ad AMSTERDAM per un puro caso fortuito e ora Theresa May che affida la ristampa dei passaporti blu e Navy sempre ad un ' azienda con sede ad Amsterdam ! Secondo me, al di la del ribasso praticato dalla Gemalto , ci saranno sicuramente importantissimi interessi politici e finanziari in gioco nei quali la Gran Bretagna e la premier sono coinvolti.

    07 Apr 2018 12:57

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *