L'editoriale del direttore Elio Pariota: "#Expo2015, molto più di una Fiera"

Si alza il sipario sull’Expo 2015 di Milano. Una grande kermesse che per sei mesi farà dell’Italia il centro di gravità internazionale. Attesi 140 Paesi, più di 1000 ministri e oltre 1 miliardo di euro di investimenti. Non proprio un bazzecola. E poi il taglio, particolarissimo: si parlerà di alimentazione, dunque di cibo, ossia di quella primigenia identità culturale che accomuna un popolo e lo lega alla propria tradizione. Quel cibo che manca o che è abbondante, quel cibo malamente distribuito sul Pianeta che scolpisce le disuguaglianze tra ricchi e poveri, quel cibo che racchiude i profumi, le grandezze e le sofferenze di una terra. Difficile dire quanto ci sia di spreco di soldi e di ipocrisia in questi eventi. Una Fiera è una Fiera, ma l’Expo “deve” ambire ad andare oltre l’angusto recinto dell’ovvio. Ricordo a me stesso ciò che avvenne qualche decennio fa in Spagna in occasione dell’Expo di Siviglia sul tema de “L’era delle scoperte”: fu l’occasione di una straordinaria rinascita culturale e turistica di cui ancora oggi i nostri cugini iberici raccolgono i frutti. Il food – tanto per utilizzare un inglesismo un po’ modaiolo – rappresenta uno dei capisaldi del nostro intramontabile Made in Italy. Puntiamoci con decisione perché tutto il mondo ci guarda. Facciamogli capire che l’Expo non vive di corruzione e di tangenti, ma rappresenta la faccia pulita ed eccellente di un Paese che in questi giorni si mette orgogliosamente in vetrina.

Commenti

  • Foto di Italicus

    Italicus dice:

    che l'Expo rappresenti l'ultima espressione del colonialismo e del capitalismo è una vera baggianata!

    01 May 2015 11:22
  • Foto di stefano

    stefano dice:

    E' ciò che avrebbero dovuto ideare i sindacati per una nuova ricerca del lavoro.

    01 May 2015 14:07
  • Foto di Daniela Caruso

    Daniela Caruso dice:

    Concordo, potrebbe essere una buona occasione, ma questa italietta un po' arretrata e che, francamente, non sembra neppure avere (più) lontanamente l'idea di cosa sia un attore internazionale. Diciamo che il primo flop è stato il lancio del sito in pompa magna, a livello mondiale, che il nostro ministro ha provveduto a far fare in italiano. Salvo poi correggersi un mese dopo aver fatto sorridere mezzo mondo. Poi gli scandali che sempre ci sono in questo paese, fanalino di coda per trasparenza e corruzione: non hanno deposto bene. Così come non ha deposto bene la distrazione di fondi dalle bonifiche dei territori inquinati ad altri usi: Expo, appunto. Poi c'è stata la favola dei migliaia di posti di lavoro che in realtà non ci sono, perché la metà dei giovani hanno rimborsi spese, gli altri contratti "subnormali". E ancora un Expo sull'alimentazione sponsorizzato dalla Mac Donald e dalla Coca Cola non suona benissimo: potrebbe andare anche bene, se non ne cambiasse il suo significato originario. Insomma, una bella occasione di certo, ma l' Italia purtroppo non è in grado. A cominciare dall'inglese :-) . E se facessero tutti qualche corso accelerato? Ricoprendo posizioni apicali e di così grande responsabilità un piccolo sforzo potrebbero pure farlo, o no ?

    01 May 2015 13:19
  • Foto di Miriam

    Miriam dice:

    E' una grande occasione per far ripartire il Paese. Se sapremo sfruttarla, l'Italia farà sicuramente un passo avanti decisivo verso la crescita.

    01 May 2015 11:33
  • Foto di Luca

    Luca dice:

    Una grande opportunità per l'Italia... #expoottimisti

    01 May 2015 10:44
  • Foto di Franz

    Franz dice:

    Bisogna fare quadrato attorno a un evento che mette l'Italia al centro del mondo. Come sempre, però, c'è qualche idiota che rema contro con proteste strumentali e inutili

    01 May 2015 11:08
  • Foto di No Expo

    No Expo dice:

    Io invece credo che l'Expo rappresenti l'ultima espressione del colonialismo e del capitalismo e che facciamo bene a protestare

    01 May 2015 11:15
  • Foto di quotes about colorado

    quotes about colorado dice:

    Voi kiitos! Valokuvia lupaan jatkossakin ja kai mun on pakko harkita sitä maalaamistakin, koska näin koko viime yön unia siitä puuhasta :)Minttu - tuo kirja vaikuttaa mainiolta, otan mielelläni lainalukemiseksi! ...niin ja ne käsityöt... Osallistuin fb:ssä siihen käsityöhaasteeseen eli niitäkin on tulossa. Keksis vaan tarpeeksi innostavia ideoita!

    20 May 2017 19:42

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *