L'editoriale del direttore Elio Pariota: "Dialogo tra sordi"

Tre ore dietro le sbarre per non aver capito che quattro coperchi dei rispettivi barattoli si pagavano a parte. Un incubo per padre e figlia arrestati in un grande magazzino a Strasburgo a causa di un evidente malinteso alla cassa.

Ovviamente l’azienda ha affidato ad un tweet le scuse ai malcapitati clienti. I quali avevano strenuamente tentato di spiegare l’accaduto. Niente da fare. Prima l’agente, poi il direttore e quindi la polizia hanno tagliato corto spedendoli al commissariato con l’accusa di furto organizzato. Il caso è parossistico, ma statisticamente può starci.

Quello che invece strabilia è il corto circuito di comunicazione che spesso affiora tra cliente e addetti ai lavori. Un dialogo tra sordi reso difficile – nella maggior parte dei casi – da un pregiudizio negativo che ciascuno riserva all’altro. Qualcuno in passato ci ricordò che a pensar male del prossimo si fa peccato, ma spesso ci si indovina. D’accordo. Ma non facciamone una regola.

Commenti

  • Foto di Gianluca Gallina

    Gianluca Gallina dice:

    Ritrovo nell'articolo del dott.Pariota, quello che sovente vivo tutti i giorni: "l'esser chiari con i clienti".Il mercato, non ci permette di essere approssimativi; la tecnologia poi, non deve assolutamente alimentare il corto circuito di comunicazione, ma deve essere d'aiuto.

    13 Oct 2018 11:44
  • Foto di Vincenzo Merlino

    Vincenzo Merlino dice:

    Accusa di furto organizzato? Per 4 coperchi dei rispettivi barattoli, poi? L'ottimo articolo del Dott. Pariota e le interessanti riflessioni che condivido di Gianluca Gallina, a mio avviso danno contezza, in una visone allargata, dell'imbarbarimento sociale che stiamo vivendo, non soltanto nei rapporti clienti/addetti ai lavori; questo anche a causa dell'evoluzione comunicativa, tutta apparenza e talvolta eccessivamente personalistica, che ci fa forse perdere di vista la giusta percezione del contesto esterno di riferimento (illudendoci e avendo la presunzione di essere i soli oggettivi, interrompiamo il corretto processo di comunicazione con gli altri). Grazie dello spazio di riflessione e buon fine settimana

    13 Oct 2018 12:19
  • Foto di carmine piscopo

    carmine piscopo dice:

    Risposta al Direttore Elio pariota sulla nota “Dialogo tra sordi” Caro Direttore, ci risiamo. In un mondo globalizzato, è impensabile che nella civile terra teutonica ci possa essere incomprensione tra tutori dell’ordine e cittadini europei in circolazione nei territori della Comunità Europea. In quale orrida palude è rotolata la supponenza suprematista che pretende di imporre la sua weltanschauung al mondo intero? Questa è di certo una stimmung perversa, in quanto priva delle previe misure di una paideia linguistica da destinare, prima di tutto, ai responsabili dell’ordine pubblico. E, poi, si dice degli italiani!

    13 Oct 2018 17:31

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *