L'editoriale del direttore Elio Pariota: "Di corsa nella Rete"

I numeri non mentono, ma vanno anche decrittati. Leggevo qualche giorno fa dal Rapporto Istat 2014 su “Cittadini e nuove tecnologie” che circa 22 milioni di italiani (il 38,3% della popolazione) non utilizzano Internet. Caspita, mi son detto. Salvo poi scoprire che una larghissima parte di coloro che si tengono alla larga dal web è costituita da 65enni ed oltre, peraltro residente nelle zone geografiche economicamente e culturalmente meno evolute, nonché dai cosiddetti “nativi digitali” compresi nella fascia da 6 a 10 anni. Adesso il dato mi appare meno allarmante. Perché per i primi occorrerebbe predisporre alla svelta una vasta opera di alfabetizzazione informatica gratuita per recuperarli socialmente; quanto ai bambini, il Rapporto indica tra le cause della frenata l’ostracismo dei genitori verso un utilizzo non corretto del web. Per il resto si può pensare ciò che si vuole, ma è innegabile che l’universo digitale abbia fatto breccia nelle famiglie italiane. Lo dicono i numeri, lo dicono le abitudini. Se poi alcuni Paesi corrono più di noi, chapeau!

Commenti

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *