L'editoriale del Direttore Elio Pariota: "Cultura digitale"

Il mondo del lavoro non può fare a meno del digitale e chiede a gran voce una formazione on line. I risultati dell’analisi realizzata da Randstad - l'agenzia per il lavoro specializzata nella ricerca e selezione del personale e nella formazione – tesa ad evidenziare le competenze del futuro indagando su un campione di 14 mila dipendenti sparsi in 34 Paesi, non lascia spazio a fraintendimenti: in Italia un lavoratore su due si dice certo che la propria attività entro dieci anni sarà completamente automatizzata (a livello globale lo ritiene il 31 per cento dei lavoratori) e ben otto dipendenti su dieci invitano gli studenti a concentrarsi sul telematico e su carriere scientifiche e tecnologiche. Dunque, si certifica che la società globale considera la Rete quale modello relazionale di riferimento. Chi ancora professa scetticismo sulle capacità di Internet di creare un ambiente premiante è pregato di rivedere alla svelta le proprie posizioni. Vanno bene le critiche, sia chiaro. Come potremmo negare, ad esempio, che il mancato controllo delle fonti informative nel mare magnum della Rete contenga – extrema ratio – alcuni elementi di pericolosità sociale? E come non ammettere che Internet abbia reciso molte intermediazioni professionali fino a qualche decennio fa ritenute indispensabili? Tuttavia è innegabile che l’utilizzo della Rete implichi un arricchimento culturale di massa. E con esso la richiesta di una formazione continua che le analisi di Randstad hanno reso palese. Ci si rassegni. Prima si abbandona mentalmente quel mondo lento e analogico che ci ha accompagnato per decenni (e che non esiste più) e meglio sarà per l’avvenire dei nostri figli.

Commenti

  • Foto di roberto

    roberto dice:

    Internet è importante nell'interelazione nella società è uno strumento utile per l'intelletto umano ma va utilizzato con parsimonia, l'arricchimento culturale viene meno se non vi è un confronto su tematiche importanti che sono parte integrante della nostra vita quotidiana, vivere e utilizzare il nostro bagaglio culturale per migliorare le inefficienze evidenti nella vita del cittadino, consigliare dovi vi sono lati oscuri da illuminare, mettersi in gioco in problematiche difficile da risolvere e provare a migliorare quanto altri hanno paura di fare. Il mondo di internet ha molti lati oscuri che vanno migliorati, esprimere un parere negativo non cambia lo stato dei fatti, ma evidenziare i lati positivi e un inizio per arrivare ai lati oscuri ancora da evidenziare e cambiare in positivo. Internet è solo un mezzo e l'intelletto umano gli dà la forma e l'utilità sociale, il pericolo non è internet e delle persone che lo utilizzazono per scopi loschi, un confronto su queste tematiche è molto iportante per far capire che internet è solo un mezzo di trasporto di informazioni, che l'uomo ne fa da padrona, ma l'intelletto gli da la giusta informazione per comunicare un idea giusta o sbagliata, ma sempre un idea da diffondere.

    09 Feb 2016 11:09

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *