Dal Cipe un miliardo per la cultura e 290 milioni alle imprese

E' nel giorno della festa dei lavoratori che dal Cipe arrivano segnali per nuovi investimenti in ricerca, beni culturali, capitale umano e infrastrutture del Paese. Si parla, nello specifico, di un miliardo di euro stanziato per i beni culturali e 290 milioni per programmi e azioni a sostegno della crescita e delle imprese. Il Comitato interministeriale per la Programmazione economica ha approvato, in particolare, il Programma nazionale per la Ricerca per il periodo 2015-2020 che prevede investimenti complessivi nel primo triennio 2015-2017 pari a 2.428,60 milioni di euro. A beneficiare del piano saranno grandi completamenti di interventi già in corso a Pompei, Ercolano, la Cittadella di Alessandria, la Reggia di Caserta e gli Uffizi di Firenze. Sul settore imprese, si segnala lo sblocco di 40 milioni di euro per il rifinanziamento dello strumento agevolativo cd. “Autoimpiego” nelle Regioni del Sud. "Il fatto che il CIPE si sia svolto oggi - ha scritto il presidente del Consiglio Renzi su Facebook - è un segnale di grande importanza simbolico: continuiamo a lavorare perché l'Italia sia finalmente sbloccata. Del resto un anno fa il primo maggio era la data di partenza dell'Expo: doveva essere un disastro, è stato un successo. L'Italia è più forte di chi dice solo no".

Commenti

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *